Non devi essere creativo

La creatività, NON serve a niente non sposta in alto gli incassi del tuo laboratorio odontotecnico.

ATTENZIONE, sto spiegando la creatività nella tua comunicazione del tuo laboratorio e dei tuoi prodotti dentali verso il tuo cliente, verso il dentista. Essere creativo e proporti al dentista come il creativo di turno, non serve a nulla.

Anche io dicevo spesso di essere un creativo nel nostro settore ed avevo notato che non serviva a nulla ma non capivo perché.

Poi durante una lezione del maestro ho capito bene perché essere creativi o definirsi dei creativi non serviva ad incrementare i miei incassi.

La parola che più mi è rimasta impressa di quella lezione, fu CREATTINO, al posto di creativo.

Una campagna creativa non serve a nulla, serve solo al pubblicitario che se la fa pagare profumatamente.

Dovete capire voi che da soli che la creatività non ti fa aumentare il fatturato del tuo laboratorio.

Non serve a nulla credimi, evitare di essere creativo nel tuo marketing del laboratorio.

Tutte le campagne marketing che vedi in televisione non funzionano, o almeno funzionano raramente per incentivare gli incassi.

Sono molto di più i sodi spesi per farle che i soldi che rientrano alle aziende. Chi ci guadagna in questo business sono, le agenzie di marketing/pubblicitarie perché più fanno la pubblicità particolare e più tu sei contento ci guadagnano i canali informativi perché il tuo spot gira su quelli ci guadagna il tuo EGO perché ti farai figo davanti ad amici, parenti e collaboratori per dato la tua approvazione a questa campagna creativa che se poi vai a vedere quello che che ti è costata ti chiedi cosa cavolo l’hai fatta a fare.

A quel punto il tuo EGO sarà tanto alto da non farti ragionare e così? Avanti ad un’altra campagna di marketing/pubblicità creativa.

Poi, quando finalmente noterai che stai sprecando tempo e denaro per nulla, speriamo non sia troppo tardi e tu non abbia fatto affondare il tuo conto ed il tuo laboratorio.

Mentre ti scrivo sorrido perché io in questi anni ho buttato un sacco di soldi in queste cose creative, per nulla.

Purtroppo devo dire persi e non investiti.

Ecco, se sei agli inizi voglio che tu possa evitare di buttare tutti quei soldi al vento come ho fatto io.

Sto parlando di almeno 30 mila euro che potevo risparmiare e spenderli con formatori bravi e non con dei coglioni creattttivi.

Porca miseria, sbagliando s’impara ma questa volta mi è costata cara.

Sto pensando che una di quest bidonate dei creativi ve la racconto subito. Praticamente era l’estate del 2014 e stavo cercando di capire come poter avere nuovi clienti in modo automatico.

Il procedimento che volevo applicare (in marketing si chiama FUNNEL) 2 – offrire un prodotto iniziale 3 – altro prodotto a prezzo maggiore 4 – ora il cliente è fidelizzato e posso gestirlo al meglio.

Allora, scopro che questa cosa che volevo fare si chiama FUNNEL e lo scopro navigando su google.

Grande colpo di culo, aveva iniziato a fare proprio in quel periodo le campagne pubblicitarie della sua nuova società italiana, Michele Tampieri (il papà in Italia del Funnel Marketing), oppure se non il papà, il primo che iniziava a farsi conoscere come tale al grande pubblico di principianti.

Lo contattai e fu subito molto gentile nei mie confronti (ora Michele è un mio amico eh), volevo fare un corso da lui e dal suo socio Alessandro Bentivoglio, ma il primo corso sarebbe stato molti mesi dopo, mi pare il primo corso a Rimini fu ad aprile inoltrato, dovrei cercare l’attestato di frequenza.

Va bene, attendo il corso, forse fui tra l’altro il primo iscritto a tale corso italiano.

Nel frattempo inizio a documentarmi, voglio arrivare al corso più preparato che posso perché in informatica non ero un genio (non lo sono nemmeno ora figurati) e quindi iniziai a leggere libri ed seguire tutti i video di Funnel marketing che trovavo in internet.

Un mesetto dopo aver parlato al telefono con Tampieri (oggi amico mio), la sera in un locale da ballo bresciano,un amico mi chiede come era andata la mia giornata ed io gli risposi, bene ma ho il cervello fuso perché studiando delle cose che sono veramente difficili per me ed avrei bisogno di un insegnante privato che non trovo in giro purtroppo.

Lui mi chiese, cosa stai studiando? Risposi, i funnel di marketing, dei processi di acquisizione clienti automatici per la mia attività, che una volta messi in rete produrranno da soli nuovi clienti.

Accidenti, il mio amico non rimase stupito, strano di solito la gente non capisce di cosa io stia parlando.

Che strano.

Anzi mi rispose, so di cosa parli perché l’altro ragazzo che insegna a ballare insieme a me lo fa come lavoro.

Wow che notizia bomba per me, che colpo di culo incredibile questa volta avevo avuto.

Avevo la soluzione ai miei problemi a portata di mano e non me ne ero ancora accorto.

Certo, una grande soluzione ………..

Soluzione da 50 euro all’ora e senza ricevuta, prendere o lasciare.

Ho accettato perchè non trovavo altri che mi insegnavano e mi facevano del marketing per trovare nuovi clienti.

In verità altri ne avevo trovati, ma la prima cosa che volevano fare era cambiare il sito, come sempre.

Le agenzie più cazzone al giorno d’oggi sono quelle che ti dicono che per far marketing devi avere un sito, evitale subito.

I siti non servono a far entrare nuovi clienti nella tua attività.

GARANTITO AL CENTO PER CENTO.

Purtroppo i furbetti nel settore del marketing sono parecchi, attento, non ti far rubare i soldi come hanno fatto con me.

Il marketing vero non fa offerte alla groupon, ricordalo sempre

Nel LIBRO-CORSO, la telefonata vincente, troverai la fine della storia e le info utili per il tuo marketing del laboratorio per trovare nuovi clienti dentisti.

close

Non perderti i nostri consigli!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *